Francesca Nava è stata la prima giornalista italiana a indagare sull’epidemia di Covid-19 a Bergamo e sulle tragiche conseguenze della mancata zona rossa di Alzano Lombardo e Nembro. I suoi articoli hanno dato origine a una serie di altre inchieste e sono stati fondamentali per dare voce ai protagonisti di una vicenda che da locale è purtroppo diventata nazionale. Questo libro rimette in fila tutti i passaggi, le testimonianze, i documenti riservati e le responsabilità politiche che hanno determinato la più grave crisi sanitaria ed economica della storia d’Italia del nostro tempo. Tutto ha inizio in un ospedale in provincia di Bergamo, in Val Seriana, in una delle regioni più sviluppate ed efficienti d’Italia. Il primo, gravissimo errore: il focolaio del virus non viene isolato. Segue una catena di altre negligenze, sanitarie e non solo. La superficialità della politica locale, regionale e nazionale. Le pressioni del mondo industriale. Il fallimento della medicina territoriale lombarda. L’incapacità di tutelare le fasce più deboli della società. Da lì deriva il dilagare incontrollato della malattia, con la sua scia di morti, e la chiusura di un intero Paese. Un libro-inchiesta documentatissimo che è insieme un accorato tributo alla memoria delle tantissime persone che avrebbero potuto essere salvate.

FRANCESCA NAVA

Nata e cresciuta a Bergamo, giornalista e documentarista, è autrice di inchieste televisive sul mondo della sanità, sull’immigrazione e sulla radicalizzazione terroristica. Ha lavorato come inviata per La7, Mediaset, SkyTg24 ed Euronews. Attualmente lavora come inviata per il programma di Rai3 “Presa Diretta” e collabora con diversi quotidiani nazionali, tra cui “Domani” e “Il Fatto Quotidiano”. Ha vissuto a lungo in Messico, in Argentina, nel Regno Unito e in Russia. Ha vinto il XX Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi con l’inchiesta Occhio al Farmaco per il programma “Piazzapulita” (La7). Ha diretto e co-prodotto il documentario L’Altro Messico. Il Subcomandante Marcos è tornato (2007) e ha ideato e co-diretto il docufilm sulla repressione del governo turco Terroriste. Zehra e le altre (Creative Nomads 2019). Per la testata online TPI ha curato, nel 2020, un’inchiesta in più puntate sulla mancata zona rossa in Val Seriana, per la quale ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Ischia Internazionale di Giornalismo, il Premio Caravella del Mediterraneo e il Premio Colombe d’Oro per la Pace.

Ed. Laterza

 

Tagged: